Il Bastia resta impigliato nella ragnatela del Lama

CORRIERE DELL’UMBRIA

Coppa Italia Eccellenza girone A Stirati sbaglia un rigore, finisce 0-0 la seconda sfida

I padroni di casa giocano una gara generosa ma non basta

Tante occasioni sciupate dalla formazione di Grilli

di Leonello Carloni
BASTIA UMBRA – Un Bastia, generoso ma poco lucido sotto porta, è rimasto imbrigliato nella fitta ragnatela predisposta saggiamente dal tecnico ospite del Lama Andrea Bricca. Nonostante
la superiorità territoriale confermata in modo netto dal numero dei calci d’angolo battuti, il Bastia, ha pure fallito la trasformazione di un calcio di rigore con Stirati prima del riposo.Con il morale alle stelle per il franco successo centrato contro il PonteValleceppi,Grilli, ha mandato in campo la squadra con il collaudato modulo 4-3-3, arretrando però, sulla linea di difesa Bokoko ed inserendo accanto al rientrante Porricelli e Stirati, un vivace Battistelli con Bura in panchina. Gli ospiti che non si sono mai disuniti di fronte agli attacchi dei locali, hanno avuto nel loro giovane portiere Giunti un classe 2000 il loro uomo migliore. Oltre a neutralizzare il penalty di Stirati, Giunti, è stato sempre puntuale nelle respinte alte e ben piazzato fra i pali. Questa mezza frenata, costringe adesso i ragazzi di Grilli a violare il campo del temibile Fontanelle Branca se vorranno passare il turno. Per la formazione Altotiberina invece, questo risultato anche se sofferto da loro morale e fiducia nei propri mezzi. Il festival degli errori sotto porta del Bastia, inizia subito al 5′ quando l’avanzato Zanchi a pochi passi dalla linea di porta colpisce male di testa.Ci prova anche Porricelli al 9′ non trovando però la porta. Al 25′ bellissima risposta in tuffo di Giunti dopo una conclusione di Benedetti. Al 40′ sempre Benedetti veniva spinto in area ma dal dischetto Stirati, vedeva respinta la sua conclusione e subito dopo Giunti si opponeva anche al tapin di Porricelli. Nel secondo tempo sospetti all’8′ per un atterramento in area subito da Sirati e poco dopo un colpo di testa di Porricelli,sfilava sul fondo. Grilli allora giocava la carta Bura passando ad un Bastia ancora più a trazione anteriore. Il nuovo entrato al 23′ calciava alto in diagonale da buona posizione.
L’assedio continuava con il passare dei minuti ma i lamarini non lasciavano alcun varco, rischiando solo al 41′ quando il giovane Meschini classe 2001 girava in porta in mischia, sempre Giunti, però attento parava con sicurezza. Al triplice fischio finale la delusione nei volti dei giocatori bastioli era lampante,mentre la comitiva ospite accennava qualche sorriso di moderata soddisfazione.
Leonello Carloni

BASTIA (4-3-3): Lillacci sv; Muzhani 6 ( 47’st Rosignoli sv) Fiorucci 6,5, Zanchi 6, Bokoko 6,5; Marchetti 6, Pinazza 6, Benedetti 6 ( 15’st Bura 6); Stirati 6 (39’st Meschini sv), Porricelli 6, Battistelli 6. All. Grilli 6
LAMA (3-5-2): Giunti 7; Franceschetti 6, Bastianoni 6, Volpi 6; Nesci 6( 24’st Mezzanotti sv), Paparelli, 6,5, Arcaleni 6 (16’st Mambrini 6), Giovacchini 6 (39’st Berrettoni sv), Guerri 6; Bartolucci 6,Calderini 6 (24’st Cano sv). All. Bricca 6

Arbitro: Nicchi di Gubbio 6 (Argenti Amici)
AmmonitI: Arcaleni, Volpi. Angoli 14-0
Spettatori 100

Lascia un commento