BASTIA: PUNTI E STOP Fa 2-0 alla Voluntas ma è allarme infortuni

Eccellenza I locali salgono momentaneamente al secondo posto a -2 dal Cannara primo della classe
Palo di Benedetti. Scapicchi è sincero al 91’: “Non abbiamo fatto abbastanza per meritarci il pareggio”

Stirati segna ma si fa male, Bura arrotonda. Porricelli si toglie il gesso in anticipo per esserci ma dà di nuovo forfait, Grilli: “Dedicato a lui”

di Alessandro Ronci
BASTIA – Il Bastia ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo in una gara davvero avara di emozioni. La
squadra di casa riesce ad avere la meglio sullo Spoleto confermando però le già note difficoltà ad andare a segno,
spiegabili ieri con le numerose assenze e gli infortuni in corso d’opera. Luca Grilli, già nei guai prima del match, dovrà fare i conti con il nuovo infortunio di Porricelli (recuperato a tempo di record per l’occasione)
e con quello di Stirati. D’altra parte nemmeno Scapicchi può dirsi soddisfatto dei suoi, visto chela Voluntas
non è riuscita a rendersi mai veramente pericolosa se non negli ultimi minuti. CRONACA Il primo squillo lo
suona il Bastia, nettamente più propositivo nelle prime fasi del match. Al 7’ Stirati ci prova di testa su assist di Pinazza dalla bandierina, ma Palanca si fa trovare pronto. Passano venti minuti e i locali tornano a farsi pericolosi: Ahmetovich perde palla in mezzo al campo, ne approfitta allora Porricelli per servire in area Benedetti che però angola troppo il tiro colpendo il palo. Al 38’Stirati elude facilmente la marcatura di Zeetti e si presenta davanti a Palanca che lo stende. L’arbitro non ha dubbi ed assegna il rigore, trasformato dallo stesso capitano del Bastia che con freddezza spiazza il portierone. Il primo pericolo dalle parti di Lillacci arriva poco prima del duplice fischio:Pulci spizza di testa ma pecca di precisione e il suo colpo sfuma a fil di palo. Si va al riposo, dunque, con il Bastia avanti di un gol. La ripresa riprende con ritmi sonnolenti. La prima vera azione la confeziona Storani al 28’ quando su lancio lungo di Maulini angola troppo il tiro che attraversa tutto lo specchio senza creare pericolo.Risponde il Bastia al 36’ con la punizione di Pinazza troppo centrale per impensierire Palanca. Lo Spoleto non si arrende e prova a schiacciare gli avversari,ma non riesce a produrre altro che un colpo di testa di Pulci. Nel recupero però arriva la pietra tombale sul match: classica galoppata di Bura che questa volta riesce a mettere la palla nel sacco portando a due le lunghezze di vantaggio. AL 91’ Il tecnico del Bastia è contento ma preoccupato per gli infortuni: “La vittoria va dedicata senz’altro a Porricelli, per l’atteggiamento da leader avuto nella settimana: si è tolto il gesso in anticipo
per essere in campo.Per quanto riguarda la partita credo che ce la siamo meritata, loro non hanno creato molto e noi
abbiamo varie occasioni contro una squadra che sta facendo bene. Non voglio essere ruffiano né ipocrita ma sto allenando davvero un gruppo straordinario”. Scapicchi invece si conferma onesto e lucido: “Abbiamo commesso
due ingenuità nel primo tempo, nella prima ci è andata bene, nella seconda abbiamo regalato il rigore. Ci abbiamo
provato nel secondo tempo ma non abbiamo fatto abbastanza per meritarci il pari”

BASTIA (4-3-3): Lillacci 6; Muzhani 6 (39’ st Allegrucci sv), Berrettoni 6, Zanchi 6, Bokoko 6; Benedetti 6.5, Pinazza 6, Rosignoli 6 (27’ st Meschini s.v.); Stirati 7 (20’ st Marchetti 6), Porricelli 6 (42’ pt Battistelli 5.5 – 50’ st Innocenzi sv), Bura 6.5. (A disp. Massetti, Pasquini). All. Grilli
6
VOLUNTAS SPOLETO (4-4-2): Palanca 5.5; Gramaccioni 6 (38’ st Pigazzini sv),Pulci 6, Zeetti 5.5 (25’st Pirrò), Sensi 6.5; Di Domenicantonio 6, Bacchiocchi 6, Gasparotto 5 (14’ st Maulini 6), Storani 6.5; Camilli 5.5 (5’ st Tittarelli 6),
Ahmetovic 5.5. (A disp. Alleori, Della Spoletina, Raggi). All. Scapicchi 5.5
Arbitro: Di Loreto di Terni 6.5 (Granci, Piomboni)
Reti: 39’ pt (rig.) Stirati, 50’ st Bura.
Note: Ammoniti Bacchiocchi, Di Domenicantonio, Palanca, Stirati, Marchetti. Recupero: 4’ pt, 5’ st.

Lascia un commento